Rapaci: 5 specie presenti in Italia

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

I rapaci sono volatili predatori, caratterizzati da un becco a forma di uncino e dai bordi taglienti, zampe forti munite di artigli ricurvi e una vista molto sviluppata; quest'ultima è una peculiarità dei rapaci, difatti essi possiedono la vista più acuta presente in natura. In relazione alla vista, parliamo anche della membrana nittitante, ulteriore caratteristica dei rapaci: essa protegge l'occhio di questi splendidi animali durante il volo o la caccia.
Purtroppo, molti di questi animali sono in via di estinzione o comunque vittime di bracconaggio. Nella seguente lista troverete cinque specie di rapaci che è possibile incontrare in Italia.

27

Aquila reale

Il suo nome scientifico è Aquila chrysaetos. Questo bellissimo rapace presenta un'apertura alare di circa 200 centimetri; in genere, la femmina è più grande del maschio. Il colore del piumaggio è bruno negli adulti, mentre appaiono alcune macchie al centro delle ali e sulla coda negli esemplari più giovani.
L'aquila reale vive nelle zone rocciose tra Abruzzo e Marche, ad altitudini molto superiori ai 1000 metri di altezza. Solitamente, gli esemplari di aquila reale non abbandonano queste zone, tranne che per cacciare; in questo caso, prediligono luoghi aperti. Le loro prede sono mammiferi di piccole dimensioni come le marmotte e i piccoli di ungulati, ma anche altri uccelli.
L'aquila reale è considerata una specie a rischio di estinzione, per questo sono in atto diverse azioni volte alla sua protezione.

37

Poiana

Il suo nome scientifico è Buteo buteo. Si tratta di un rapace diurno, migratore. Le sue dimensioni sono decisamente inferiori al precedente, con un'apertura alare di circa 110 centrimetri, ma ha una diffusione maggiore, infatti è presente in tutta l'Italia. Occupa in particolare boschi e foreste, soprattutto quelle alle quali si alternano spazi aperti dove poter cacciare.
Il piumaggio presenta una colorazione bruna con piccole picchiettature nella zona inferiore e delle strette bande sulla coda; è presente anche una macchia più chiara sul petto.
Si nutre anch'essa di mammiferi, di esigue dimensioni, ad esempio di topi o conigli, e talvolta anche di piccoli uccelli e anfibi.

Continua la lettura
47

Falco pellegrino

Il nome scientifico di questo rapace è Falco peregrinus. È considerato l'animale più veloce al mondo: può raggiungere i 320 chilometri orari!
È di discrete dimensioni, simili a quelle della poiana, e presenta una colorazione grigiastra sul capo e la parte superiore del corpo, bianca e puntellata di nero sul petto e la parte inferiore del corpo.
In Italia è diffuso in quasi tutte le regioni, in particolare nelle zone lacustri e negli spazi aperti; sono stati osservati casi di falchi pellegrini perfino urbanizzati.
Si nutre principalmente di altri uccelli, di medie dimensioni, che è capace di predare anche in volo.

57

Astore

Il suo nome scientifico è Accipitis gentilis.
La sua diffusione, per quanto riguarda l'Italia, si concentra sulle Alpi e gli Appennini.
È un rapace di discrete dimensioni, con un'apertura alare di circa 120 centimetri. La femmina risulta più grande del maschio. Il colore del piumaggio è bruno-grigiastro sul dorso, sopracciglia e zone inferiori bianche; i giovani risultano più chiari, tendenti al marroncino nella parte superiore e color crema in quella inferiore.
È capace di muoversi piuttosto agevolmente tra gli alberi e negli spazi ristretti in generale. Si nutre di piccoli mammiferi e uccelli, che cattura prevalentemente a terra, dopo un inseguimento ravvicinato.

67

Falco pecchiaiolo

Il nome scientifico dell'ultimo rapace che vi evidenziamo è Pernis apivolrus.
È un rapace simile alla poiana, dalla quale si distingue per via della forma della testa, più affusolata. Ha un'apertura alare di circa 120 centimetri, una colorazione bruna con delle barre più scure sulle ali e sulla coda, il ventre chiaro.
In Italia è presente sulle Alpi, nella zona appenninica e nelle isole. È comunque un uccello migratore, che trascorre l'inverno nel Sahara e giunge in Europa in primavera, attraversando l'Italia.
Diversamente dai precedenti, il falco pecchiaiolo si nutre di vespe, talvolta anche di altri insetti.

77

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Volatili

I rapaci più grandi del mondo

I rapaci sono indubbiamente degli animali che esercitano un enorme fascino tra gli essere umani, grazie al fierezza e alla maestosità che li contraddistinguono. È impossibile rimanere indifferenti di fronte alla forza e alla vitalità che sprigionano,...
Volatili

I 10 rapaci più veloci al mondo

I rapaci sono degli uccelli predatori che si cibano di altri animali (roditori, rettili e piccoli mammiferi perlopiù). Quello che li contraddistingue è un senso della vista eccezionale e degli artigli molto potenti, il tutto associato ad un'elevata...
Volatili

Come gestire le specie in una voliera

In questa bella guida, abbiamo pensato di aiutarvi a capire come poter gestire, nella maniera migliore e speciale, le varie specie, che esistono in natura, ma in una sola voliera, in modo che possano convivere nel modo più naturale e semplice possibile.Sembra...
Volatili

Airone: le differenti specie

L'airone è un uccello della famiglia degli ardeidi dell'ordine dei Pelecaniformes. Il nome di questi uccelli, secondo la leggenda narrata da Ovidio, viene dalla cittadina di Ardea, dalla quale un airone spiccò il volo dopo che Enea la distrusse completamente....
Volatili

Le specie di pappagalli parlanti

I pappagalli appartengono all'ordine Psittaciformi. Si differenziano in circa 353 specie distribuite in America centrale e meridionale, Asia, Africa, Australia e Oceania. I pappagalli sono un gruppo molto vario, con dimensioni che vanno dai 10 cm al metro...
Volatili

Instaurare un rapporto con un rapace

Instaurare un rapporto con un rapace non è una cosa che si fa tutti i giorni infatti, è abbastanza complicato per chi è alle prime armi o per coloro che non hanno mai avuto a che fare con degli animali ma soprattutto con dei rapaci. Inoltre va detto...
Volatili

Guida agli uccelli migratori

Ogni anno, con estrema puntualità e trepidazione si attende la migrazione degli uccelli. Tutte le primavere e gli autunni, stormi di volatili popolano compatti i cieli spostandosi verso climi più miti. Questo viaggio è essenziale per la sopravvivenza...
Volatili

Come addestrare un barbagianni

Molti amanti degli animali, adorano prendersi cura non del solito gattino e del fedele cane, ma anche di un affascinate rapace. Gli uccelli rapaci, appartengono alla famiglia dei Titonidi e sono dei magnifici predatori. Se avete la possibilità di stare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.