Rettili: 10 curiosità che forse non sapevi

Tramite: O2O
Difficoltà: media
112

Introduzione

I rettili sono tra gli animali più belli e misteriosi che esistano. Il loro fascino si protrae da molti secoli ed ha sempre interessato studiosi, ricercatori e appassionati comuni. Questi animali hanno anche molte caratteristiche sconosciute ai più. In questa guida vogliamo illustrarvi 10 curiosità che forse non sapevi sui rettili. Sei pronto a stupirti?

212

Le iguane hanno tre occhi

Forse non sapevi che alcune specie di iguane hanno anche il terzo occhio. Questo solitamente è posizionato sopra la testa, al centro rispetto agli altri due. Questo occhio consente al rettile di avere uno sguardo laterale davvero eccezionale. Ed è proprio il particolare occhio che fa comprendere al rettile quando è giorno e quando è notte. Un utile alleato, insomma, che serve all'animale per regolare al meglio numerose funzioni e attività della sua vita.

312

La tartaruga ha la corazza sensibile

Molti di voi crederanno giustamente che la corazza di cui è provvista la tartaruga sia spessa, forte, compatta e resistente. In effetti è proprio così. Ma attenzione a un particolare che non tutti conoscono: la corazza di questo animale è anche molto sensibile, in quanto è in grado di percepire il tatto o il momento nel quale è toccata o scossa, anche in modo molto delicato e leggero.

Continua la lettura
412

Le tartarughe respirano con lo sfintere

Alcune tartarughe d'acqua poi, hanno la curiosa caratteristica di respirare dallo sfintere anale. Questa funzione è davvero molto importante, in quanto consente alle tartarughe di vivere anche per molto tempo sotto l'acqua durante i periodi di rigidità invernale o quando si formano i primi ghiacci. L'animale, viste le difficoltà climatiche, riduce al minimo quindi le proprie attività e respira in questo modo. Un'azione curiosa che consente alle tartarughe si sopravvivere anche in condizioni molto difficili.

512

I serpenti hanno gli aculei

Lo sapevate inoltre che i serpenti boa ed alcuni pitoni sono provvisti sul corpo di piccoli aculei che assomigliano molto a delle vere e proprie unghie? Queste piccolissime unghie vengono usate dai serpenti per bloccare le prede o durante l'accoppiamento con le femmine. Davvero una curiosità che in pochi conoscono.

612

I gechi hanno i peli

Vi siete mai chiesti come facciano i gechi a rimanersene così facilmente appesi per giorni sulle pareti? Il segreto sta tutto nella presenza di una piccola peluria all'altezza delle zampe che gli consente di attaccarsi ad alcune superfici lisce con molta facilità. La funzione assolta dunque da questi peli è davvero importantissima e permette a questi simpatici animali di rimanere in un equilibrio davvero perfetto!

712

Gli alligatori "parlano"

Comunemente si ritiene che tutti i rettili non emettano suoni o sibili. Non è certo il caso degli alligatori! Proprio così: esistono alcune specie di questi animali che emettono suoni e sibili cosi forti ed acuti che possono essere uditi anche a centinaia di metri di distanza! Si può quindi dire, con un pizzico di ironia, che anche gli alligatori parlino!

812

Alcuni serpenti hanno le zampe

Durante la loro millenaria evoluzione, i serpenti hanno perduto le zampe. Ed è per questo motivo che si muovono con la caratteristica andatura strisciante. Ma forse non tutti sanno che esistono ancora oggi alcuni serpenti che possiedono delle piccole protuberanze lungo il corpo. Questa caratteristica consente a questi serpenti di muoversi con maggiore velocità e destrezza rispetto ai loro simili.

912

La testa staccata del serpente morde

In taluni casi di pericolo estremo, alcuni uomini, vistisi minacciati dall'aggressione di serpenti velenosi, sono stati costretti ad affrontarli e a tagliare loro la testa per neutralizzarli. Ebbene, anche in questi casi, sarà bene tuttavia non fidarsi troppo. Numerosi sono infatti i casi in cui serpenti ai quali è stata recisa la testa, sono stati egualmente in grado di mordere l'uomo, con esiti a volte anche letali.

1012

I serpenti sono carnivori

Altra curiosità vuole che tutti i serpenti siano da considerarsi animali carnivori. Questi quindi, non sarebbero in grado di sopravvivere se si alimentassero solo di insetti o piccoli volatili. Esistono in natura dei serpenti che sono in grado di divorare persino animali di taglia notevolissima come cerbiatti, canguri o pecore.

1112

Le rane "sorridono"

Forse molti di voi ignorano anche il fatto che le rane "sorridano". Quello che in apparenza può sembrare uno scherzo, in effetti non lo è affatto. In taluni momenti della loro giornata, infatti, le rane dispongono in un modo davvero particolare la loro ampia bocca. E sembra quasi che questa contrazione naturale assomigli ad un sorriso. Un motivo in più per considerare questi simpatici animaletti come amici dell'uomo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Rettili e Anfibi

I principali rettili innocui

Una delle specie animali più interessanti è indubbiamente quella dei rettili che racchiude una varietà molto ampia di specie animali. Non si tratta di una cqtegoria particolarmente amata dalla maggior parte delle persone in quanto i rettili sono spesso...
Rettili e Anfibi

I rettili legali in Italia

I rettili sono animali dal fascino immenso. Alcune specie sono antichissime e averle vicino può farci sentire come se fossimo nel loro habitat, nel deserto australiano o nei canyon americani. Tuttavia, in Italia, esistono regole ben precise su quali...
Rettili e Anfibi

I rettili più pericolosi al mondo

Studiare gli animali è un qualcosa di molto bello e di molto divertente. Tra i vari animali, ce ne sono alcuni molto belli ed affascinanti che spesso vengono sottovalutati, ad esempio i rettili. Molti dei rettili che ci sono in natura sono estremamente...
Rettili e Anfibi

Caratteristiche e curiosità del geco

Il geco è un rettile di dimensioni piuttosto piccole che ama vivere in climi temperati, e dal punto di vista morfologico appartiene alla famiglia delle lucertole. Contrariamente a queste ultime, il colore però varia di tonalità anche se tendenzialmente...
Rettili e Anfibi

Tutto sui serpenti

Negli ultimi anni, sempre più curiosi e appassionati di animali hanno scelto di accogliere alcuni rettili come animali domestici da coccolare e crescere con diligenza. Questo per avere il piacere di addomesticare un animale più unico che raro. Attualmente,...
Rettili e Anfibi

Come liberarsi dei serpenti

I serpenti sono dei rettili notoriamente molto pericolosi. Anche se alcuni hanno la possibilità di produrre ed inoculare il proprio veleno ed altri no, bisogna sempre prendere le necessarie precauzioni quando ce ne troviamo uno davanti. Infatti non sono...
Rettili e Anfibi

Come allevare un serpente

Da qualche anno è possibile anche in Italia possedere ed allevare un serpente, ma le informazioni su come fare ad allevarlo e nutrirlo correttamente sono davvero poche. Con la presente guida vogliamo darvi delle indicazioni in merito, spiegandovi come...
Rettili e Anfibi

Serpenti da appartamento: quali scegliere

Cani e gatti sono senza dubbio tra gli amici più apprezzati. Esistono anche molti amanti dei piccoli roditori, di criceti e conigli. E poi tanti adoratori dei pesci, che trovano rilassante e stimolante curare i piccoli ospiti e il loro habitat artificiale....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.