Rifrattometro digitale per il miele: consigli d'uso

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Tra gli strumenti più utili per l'apicoltore ma anche per l'appassionato fai da te, trova posto senza dubbio il rifrattometro, un oggetto digitale in grado di misurare alcuni fondamentali parametri del miele, come il grado di acqua e di zucchero in esso contenuti. In questa guida vi forniremo alcuni pratici consigli d'uso per manovrare al meglio un rifrattometro digitale per il miele.

26

Verificare la batteria

Un rifrattometro digitale, a differenza di uno di tipo meccanico, è dotato di una batteria che determina il corretto funzionamento del suo display e di tutte le altre funzioni di misurazione. Solitamente la batteria ha un grado di carica di 9v ed è inclusa nel pacchetto. Il primo consiglio è quello di verificarne la corretta carica. Una batteria poco carica, anche se funzionante, può determinare errori nelle cifre finali di misurazione.

36

Fare la calibratura

Prima di passare alle misurazioni con il vostro rifrattometro per miele è necessario effettuarne una calibratura. Questa operazione, che di solito svolge un apicoltore o comunque un esperto della materia, si effettua utilizzando acqua distillata o deionizzata come campione. Dopo di che occorre premere il tasto "cal" presente sul rifrattometro: la calibrazione verrà avviata automaticamente. Ora il vostro rifrattometro sarà pronto per esaminare il miele e tutte le sue proprietà e caratteristiche.

Continua la lettura
46

Usare la cella portacampione

Per effettuare le misurazioni del grado di acqua e zuccheri occorre sistemare all'interno della cella portacampione una piccola quantità di prodotto. Vi raccomandiamo di collocare il miele stendendolo molto accuratamente sulla cella. Qualora infatti esso avesse uno spessore troppo denso o corposo, la misurazione potrebbe incontrare delle difficoltà. Ma vi consigliamo nel dettaglio di procedere come segue: aprite la piastrina e fate cadere poche gocce di miele. Poi richiudete la piastrina e avviate il processo di misurazione.

56

Analizzare tutti i parametri

L'aspetto più utile di un rifrattometro digitale per miele è rappresentato dal fatto che esso può misurare più parametri contemporaneamente. Agite pertanto sul display per conoscere e scorrere tutte le misure analizzate. Per prime quelle relative alla quantità di zuccheri e di acqua nel prodotto. Ma non solo. Il vostro rifrattometro sarà in grado di offrirvi uno screening completo del miele, una sorta di analisi totale del suo dna. Dati che vi saranno molto utili per valutare lo stato di salute del miele.

66

Conservare lo strumento in luogo adatto

Ultimo consiglio d'uso è quello relativo alla manutenzione e alla conservazione del rifrattometro per il miele. Al termine di ogni misurazione occorre pulire con cura sia il prisma che il coperchio. La pulizia deve avvenire con un panno umido, senza utilizzare acqua. Il rifrattometro va tenuto in un luogo asciutto e lontano da fonti di calore. Si raccomanda di riporlo nell'apposita custodia dopo l'utilizzo. Ecco, in poche mosse, alcuni consigli d'uso per usufruire al meglio delle principali funzioni di questo utilissimo strumento.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Invertebrati e Insetti

Consigli per allontanare le cimici

Le cimici sono dei minuscoli insetti di tipo parassita che infestano case e giardini. Pur non essendo nocive per l'uomo, lo sono per il verde e le varie colture. Nei periodi freddi, inoltre, le cimici possono trasferirsi anche dentro alle abitazioni,...
Invertebrati e Insetti

10 consigli per allontanare le cimici

Se la vostra casa è soggetta ad attacchi di cimici, magari perché avete un giardino che la circonda, potete intervenire usando prodotti di facile reperibilità. Si tratta infatti di modi davvero efficaci per allontanare definitivamente questi pericolosi...
Invertebrati e Insetti

Zanzare: 10 consigli per allontanarle in modo naturale

Le zanzare sono le protagoniste indiscusse dell'estate. Arrivano con il caldo, alcune specie sono attive nelle ore notturne, altre invece in quelle diurne. Tutte sfruttano i ristagni di acqua per deporre le uova. Le loro punture fastidiose possono essere...
Invertebrati e Insetti

Come Fare Un Casetta Per Api

Oggi vogliamo dedicare un po' d'attenzione a degli animali molto particolari, senza le quali non potremmo gustare un prodotto buono e genuino come il miele. Come avrete capito stiamo parlando delle api, questi meravigliosi animali che non solo producono...
Invertebrati e Insetti

Come e quando effettuare la nutrizione dell'alveare

L'apicoltura, è una tipologia di allevamento di api a tutti gli effetti, essa risale a dodici mila anni fa. Infatti l'uomo, ha sempre usufruito di questo prodotto, sin dagli albori dell'umanità. Questa pratica viene appunto effettuata, sia a livelli...
Invertebrati e Insetti

Come allontanare le formiche alate

Gli insetti, quando si avvicinano alle nostre case, risultano essere sempre insidiosi: che siano scarafaggi, mosche, formiche o zanzare, quando decidono di riempire la casa, tutto diventa un vero e proprio incubo. Anche le formiche alate rientrano tra...
Invertebrati e Insetti

Come nutrire un geco leopardino

Se decidiamo di ospitare in casa nostra un geco leopardino, è molto importante documentarsi a fondo in modo da poter poi prendersi cura del nostro nuovo amico nel migliore dei modi. È di vitale importanza approfondire al massimo il capitolo alimentazione...
Invertebrati e Insetti

Come allevare farfalle e falene

Sia le farfalle che le falene appartengono alla famiglia dei lepidotteri e ne esistono più di 150 mila specie, ma solo una piccola parte sono farfalle diurne, mentre tutte le altre vivono di notte (le falene). Entrambe le specie hanno una vasta gamma...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.