Savannah: caratteristiche e cura

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il Savannah è un gatto ibrido, cioè nasce dall'incrocio tra un servalo (specie di gattopardo africano) e un gatto domestico. Non per niente è un gatto molto agile nel fare lunghi salti quindi ha la necessità di stare molto all'aperto e di avere molto spazio a sua disposizione. È un meraviglioso gatto dal peso medio di quindici chili, che potete tenere nel salotto di casa e coccolare quando ne avete voglia. In questa guida vi descriveremo quali sono le sue caratteristiche principali per potervi prendere cura di lui al meglio senza correre il rischio di venire graffiati.

26

Le caratteristiche fisiche

Il gatto Savannah esteticamente ha tutte le caratteristiche tipiche del gattopardo: infatti è molto slanciato, con una corporatura magra e agile. Caratterialmente invece è un vero e proprio gatto domestico come tanti altri. È giocherellone, curioso e affettuoso, ama la compagnia del padrone e si dispone bene nei confronti degli ospiti. Ama riportare i giochi e seguire il suo padrone in casa proprio come fa un cagnolino. Non necessita di cure particolari: per pulire bene il suo pelo e renderlo abbastanza lucente basterà una bella spazzolata di tanto in tanto e una bella strofinata con un panno morbido bagnato in acqua tiepida e aceto.

36

Il carattere

È un gattone che ama giocare in piscina o anche in una vasca piena d'acqua, perché è il suo gioco preferito. Accoglie gli ospiti in un modo insolito: prendendoli a testate perché è il suo modo di chiedere affetto e coccole e dimostrare la sua amicizia. Non è facile definire l'aspetto del Savannah. Questo perché il risultato dipende molto sia dall'esemplare di Servalo che si usa per la riproduzione, sia dalle caratteristiche e la razza del gatto. Generalmente quello di prima generazione conserva maggiormente le caratteristiche fisiche del gattopardo e cioè il corpo molto lungo, le orecchie dritte e gli occhi dalla particolare forma a boomerang di colore giallo oro, verde o marrone.

Continua la lettura
46

L'accoppiamento

Il gatto maschio della razza Savannah risulta sterile fino alla quinta generazione: per questo è una delle razze più difficili da allevare, oltre al problema per cui non è proprio semplice riuscire a far accoppiare due felini di dimensioni così diverse tra loro e ancor meno portare avanti una gestazione di questo tipo. Per tutti questi motivi la possibilità di avere uno di questi esemplari si rivela piuttosto costosa. Se desiderate un gatto Savannah infatti, dovete essere disposti a pagare una cifra che si aggira intorno ai 20.000 euro.

56

Guarda il video

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Gatti

Azul Cubano: caratteristiche e cura

I gatti, si sa, sono animali domestici molto amati per la loro indole un po' ribelle e per la capacità di essere allo stesso tempo affettuosi e sfuggenti, compagni inseparabili delle nostre giornate. L' Azul Cubano è una razza nata da poco dal pelo...
Gatti

Gatto Blu di Russia: caratteristiche e cura

Se siamo amanti dei felini ed in particolare ci piacciono moltissimo i gatti, sicuramente sapremo che esistono tantissime razze tutte differenti, che posseggono delle caratteristiche molto diverse. Se vogliamo saperne di più su questo argomento, potremo...
Gatti

Certosino: caratteristiche e cura

Il Certosino è sicuramente uno dei gatti più incantevoli che esistano: è una razza di felina molto nota proprio per l'aspetto massiccio e forte che, al tempo stesso, conserva una grande eleganza grazie al suo splendido mantello grigio. In questa guida,...
Gatti

Caratteristiche e cura del gatto Sphynx

Il Canadian Sphynx è un felino dalle origini canadesi. Dall'aspetto singolare è completamente glabro, ovvero nudo, senza pelo. Le rughette sul corpo sono estremamente evidenti da cucciolo. Ha grandi orecchie triangolari a punta ed occhi molto espressivi....
Gatti

Korat: caratteristiche e cura

Il gatto Korat è una delle razze feline più antiche del mondo, che solo recentemente è stata introdotta in Europa. In Thailandia, suo Paese d'origine, questo gatto è considerato come un animale molto prezioso, tanto che anticamente era presente solo...
Gatti

Burmilla: caratteristiche e cura

Il gatto è un animale molto bello ed affascinante. Questo splendido felino oltre ad essere un eccellente compagno di giochi ed un eccellente cacciatore di topi, si dimostra anche un valido amico a cui possiamo raccontare i nostri segreti. Tra le varie...
Gatti

Gatto Bombay: caratteristiche e cura

Il Gatto Bombay è un animale da compagnia dall'aspetto simile a quello di una pantera di piccola taglia. Il suo nome può trarre in inganno, poiché questa razza non ha di certo origini indiane, bensì statunitensi. La sua origine infatti, deriva da...
Gatti

Maine Coon: caratteristiche e cura

Il Maine Coon è un gatto piuttosto robusto proveniente dallo stato nordamericano del Maine, ed il suo nome significa procione. Si tratta di una razza molto antica, che con il passar del tempo si è diffusa anche in Italia. In riferimento a ciò, nei...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.