Tutto sul bracco

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il bracco è uno dei migliori cani da caccia originali; ne esistono diversi gruppi, che si distinguono per quantità di diversità e per caratteristiche comportamentali e fisiche. In particolare, gli esemplari appartenenti a questa razza sono noti per essere degli ottimi cercatori di volpi e tassi, che spesso sono annidati in rifugi sotterranei. Hanno delle eccellenti capacità di fiuto e una velocità eccellente, per cui vengono comunemente utilizzati anche dalle forze dell'ordine per rintracciare i fuggitivi o le persone scomparse. Premesso questo, scopriamo tutto che c'è da sapere sul bracco.

26

Occorrente

  • Conoscenza
  • passione
  • amore per gli animali
36

Bracco italiano

La prima cosa che dobbiamo cercare di ricordare e sapere è che il bracco italiano è davvero un eccellente cane da caccia, sia da ferma che da riporto. Ha un’altezza che oscilla da un minimo di 50 ad un massimo di 67 cm al garrese e pesa dai 25 ai 40 kg. E’ a pelo corto; il mantello è a fondo bianco con macchie arancioni o marroni; il manto unicolore o di un marrone troppo scuro è considerato difettoso. Ha una testa angolosa, con occhi dallo sguardo dolce e dello stesso colore delle macchie del manto; le orecchie sono ben sviluppate e poco erette, la coda dritta viene mozzata a circa 20 cm di lunghezza. Il bracco italiano è il cane da ferma più antico d’Europa; dotato di ottimo olfatto, è adatto ad ogni tipo di selvaggina e risulta prezioso sia in terreni boscosi con folto sottobosco sia in palude.

46

Bracco tedesco

Il bracco tedesco, o Kurzhaar, fu selezionato alla fine del sec. XIX da cacciatori tedeschi interessati a sviluppare una razza canina adatta ad ogni tipo di caccia. Ha tra i suoi antenati il bracco spagnolo, il bracco inglese e forse altri segugi e vari altri cani da caccia. Il bracco tedesco può fiutare, puntare e riportare la selvaggina sia in terra che in acqua. I maschi misurano 62 cm di altezza al garrese e pesano circa 32 kg. La coda viene mozzata a circa 2/5 della sua lunghezza. Il mantello è liscio, chiaro o marrone scuro con macchie di colore rosso-bruno.

Continua la lettura
56

Bracco ungherese

Il bracco ungherese è un cane di media taglia, robusto e agile. E’ alto 52-60 cm al garrese, ha delle orecchie pendenti di lato e una coda mozza o accorciata. Il mantello è liscio, a pelo corto, di color giallo-ruggine. Grazioso e rapido, il bracco ungherese è un cane da caccia adatto ad ogni tipo di selvaggina come uccelli vari, conigli, anatre ed uccelli acquatici. La razza è conosciuta in Ungheria dal 14° secolo e attualmente è apprezzata e ampiamente riconosciuta anche fuori dal suo paese di origine.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Basta davvero poco e con un pò di pazienza e tanta buona volontà, saremo in grado di realizzare un lavoro davvero unico e molto originale!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cani

Tutto sul bracco tedesco

Esistono tantissime teorie circa l'origine di questa razza; molti ritengono che essa discenda direttamente dal quella del bracco belga, le cui selezioni risalgono già al diciassettesimo secolo, mediante l'incrocio con un esemplare spagnolo.Tale razza...
Cani

Tutto sul Bracco Slovacco

In questo articolo cercheremo di spiegare e dire tutto sul Bracco Slovacco. Iniziamo subito con il dire che il bracco slovacco altro non è che uno di quei cani che sono nati proprio per cacciare! La sua indole di vero e puro cacciatore è impressa nel...
Cani

Come allevare un bracco ungherese

Il cane è definito il migliore amico dell'uomo, ma siamo noi che dobbiamo sapere che se decidiamo di fare entrare nella nostra vita un cane (di qualsiasi razza sia) dobbiamo essere consapevoli di doverlo crescere, educare e proteggere nel miglior modo...
Cani

Tutto sul Bracco Italiano

I Bracco Italiano è un cane da caccia; questa razza è abbastanza apprezzata in Italia ed all'estero per le sue attività venatorie. L'animale viene selezionato negli allevamenti in quanto deve diventare il compagno affidabile di ogni cacciatore. È...
Cani

Come addestrare un bracco ungherese

Se avete deciso di allevare un cucciolo di cane e precisamente un bracco ungherese, è importante sapere che si tratta di un esemplare particolarmente adatto per la caccia, e che quindi necessita di uno specifico addestramento. Tale insegnamenti li potete...
Cani

Tutto sul bracco francese

Il Bracco Francese è una razza canina molto particolare, utilizzata principalmente per le battute di caccia. Stando alla classificazione fatta dalla Federazione Internazionale Canina, è ulteriormente differenziabile in 2 sottotipi: il Gascogne ed il...
Cani

I principali cani da caccia

Parlare di cani da caccia è molto complicato infatti, parlando di cani da caccia se ne possono trovare vari sottogruppi, negli anni le varie razze sono state distinte, ad esempio in: cani da ferma, segugi, da riporto ecc... Ormai molte di queste razze...
Cani

Le migliori razze canine per la ricerca dei tartufi

I tartufi sono tra le prelibatezze più costose del mondo e simili ai funghi, con la differenza che crescono nel sottosuolo in prossimità delle radici di diverse specie di alberi. Trovarli non è facile, per cui c'è bisogno dell'aiuto di cani che nello...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.