Tutto sul Bulldog

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Il Bulldog è forse l’animale che più simboleggia il Regno Unito e tutto il popolo inglese in quanto ne rappresenta la forza, il coraggio e, soprattutto, la determinazione. In passato era conosciuto in particolare per le sue doti di combattente, infatti veniva spesso utilizzato nelle lotte tra cani, ma con il passare del tempo è riuscito a farsi apprezzare anche come un fedele animale da compagnia. È un cane dall’aspetto forse un po’ buffo, dalla corporatura tarchiata e con un respiro piuttosto rumoroso che lo rende quasi inconfondibile. Per tutte queste caratteristiche il Bulldog ispira subito grande simpatia. È un animale molto affettuoso che richiede però attenzioni e cure costanti. Basta un solo sguardo al suo adorabile faccione e ci si innamora perdutamente all'istante, rappresenta un ottimo esemplare soprattutto se si ha dei bambini. Con questa guida vedremo tutto ciò che riguarda questo bellissimo animale.

26

Origini

Esistono quattro razze diverse di Bulldog: l’inglese, l’americana, la francese e la germanica. In questa guida si parlerà in particolare della prima, in quanto più diffusa e comune. Il Bulldog inglese appartiene alla categoria dei molossidi, la sua origine risale al XVII secolo ed avviene per volontà umana in seguito all’incrocio di diversi mastini asiatici. Data la sua grande forza fisica viene inizialmente impiegato per la lotta con i tori (pratica che veniva attuata per migliorare la qualità della carne bovina) per poi essere successivamente utilizzato nelle lotte fra cani. È stata dura la lotta per questi poveri animaletti nelle gare illegali. Solo due secoli dopo il Parlamento britannico dichiarò finalmente illegale questo tipo di combattimento e il Bulldog venne progressivamente amato ed apprezzato più per il suo temperamento docile ed affettuoso piuttosto che per le sue caratteristiche fisiche, dimostrandosi uno dei migliori animali da compagnia che ci possano essere.

36

Carattere

Il Bulldog è un cane mite e che non ama molto muoversi, per queste sue caratteristiche è molto adatto alla compagnia dei bambini. Infatti ama molto stare in compagnia e apprezza le coccole. È adatto sia alla vita in campagna che ai contesti cittadini (si adatta bene anche ad abitazioni di piccole dimensioni e non soffre troppo la solitudine) ed è l’ideale per chi non ha una vita molto attiva. Non per questo è un animale che richiede poche attenzioni, al contrario occorre dedicar loro molto tempo. Per quanto possano essere dolci e affettuosi i bulldog, sono altrettanti esemplari molto ma molto testardi. Sono infatti cani piuttosto individualisti che richiedono pazienza e perseveranza per essere addestrati in modo adeguato. Con gli altri cani si dimostra normalmente molto socievole ma richiede comunque un controllo costante data la sua potenza fisica. Per questo ci sono tantissimi adestrattori esperti in questo campo, pronti a darvi una mano e vedrete che il vostro amico a quattro zampe, in men che non si dica, avrà imparato le buone maniere. Il Bulldog può rivelarsi anche un buon cane da guardia.

Continua la lettura
46

Aspetto

Il Bulldog è una cane con una struttura fisica particolare e molto caratterizzante: basso (altezza di 38-40 cm al garrese), tarchiato, con le zampe inarcate, il muso schiacciato (le mascelle sono larghe e ben squadrate) e la testa molto più sviluppata rispetto al resto del corpo (la sua circonferenza è di norma pari all'altezza al garrese). Queste caratteristiche fisiche possono causare difficoltà di movimento e problemi respiratori. Nulla di grave se tenuto adeguatamente sotto controllo da un veterinario e magari farci una visitina periodica. Sono comunque animali piuttosto veloci. Il Bulldog ha un peso medio di 25 Kg (le femmine sono un po’ più piccole) ed hanno una vita media di circa 12 anni (esemplari ben curati possono arrivare a 15).
.

56

Alimentazione e cura

Il Bulldog non ama il caldo, non bisogna quindi esporlo a temperature molto elevate per non peggiorare le sue naturali difficoltà respiratorie. Le femmine possono inoltre incorrere in complicanze durante il parto, a causa delle dimensioni elevate della testa dei cuccioli, e spesso si rende necessario un parto cesareo. Il Bulldog deve essere costantemente pulito per evitare fastidiose dermatiti che possono insorgere tra le numerose pieghe della pelle. È consigliabile utilizzare giornalmente le apposite salviette ed ogni 3-4 mesi effettuare una pulizia completa. Il numero dei pasti giornalieri scende con il progredire dell’età, un esemplare adulto mangia normalmente 1-2 volte al giorno, mentre i cuccioli dalle 4 alle 2 volte al giorno. Sono preferibili gli alimenti secchi per quanto quelli umidi siano più appetibili per l’animale. Per il cibo è necessario rivolgersi ad un adeguato negozio per gli animali ed evitare di dar loro cibo consumato da noi "umani", poiché ciò influisce anche sulla tenuta della loro pelliccia oltre che per la loro salute. Tutto il fatidio e la particolare cura da dedicare a questo dolce animaletto, verranno meno quando inizierà a fissarci con quel musone e ad aprirci il suo cuore.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • In estate è consigliato bagnarlo frequentemente specie se resta all'aperto a lungo

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cani

Tutto sull'american bulldog

Se state leggendo questa guida che spiega tutto sull'american bulldog, allora state prendendo in considerazione l'idea di allevarne uno. Questa razza canina non è molto famosa e viene spesso confusa con la più famosa razza del bulldog inglese. Ci sono...
Cani

Tutto sul bulldog inglese

Uno dei cani sicuramente più diffusi in Europa è proprio il bulldog inglese, facilmente riconoscibile per le sue caratteristiche più importanti che in questa guida cercheremo di spiegarvi in modo esaustivo. Innanzitutto c'è da dire che è un cane...
Cani

Come, dove e perché acquistare un Bulldog Inglese

Certamente è fondamentale avere una buona cognizione quando si sta per prendere con se un cucciolo di cane. Altrettanto importante sarà non farci dettare una scelta dalla fascinazione estetica del momento, ma decidere con convinzione, dopo aver riflettuto...
Cani

Tutto sull'Old English Bulldog

Volete adottare un cane socievole, simpatico, di compagnia, coraggioso e dalle ottime doti fisiche? L'Old English Bulldog può costituire la scelta perfetta per soddisfare le vostre esigenze. Volete avere qualche informazione in più sulle caratteristiche...
Cani

Come addestrare un bulldog francese

Il bulldog francese rappresenta un cane d'eccezione. In definitiva, costituisce l'anello di congiunzione tra i molossi ed i cani da compagnia. Il suo aspetto prettamente simpatico ed anche un leggermente buffo, si associa ad un carattere dolce, amichevole...
Cani

Come curare un american bulldog

In questo articolo vi faccio conoscere gli aspetti fisici e comportamentali di una razza canina molto diffusa anche in Italia. Vi dirò come curare un american bulldog e come comportarvi durante la socializzazione con persone estranee. Conosciamo insieme...
Cani

Tutto sul Bulldog

Il Bulldog è forse l’animale che più simboleggia il Regno Unito e tutto il popolo inglese in quanto ne rappresenta la forza, il coraggio e, soprattutto, la determinazione. In passato era conosciuto in particolare per le sue doti di combattente, infatti...
Cani

Come accudire un bulldog francese

Il Bulldog francese è un cane veramente adorabile. Ha un aspetto giocherellone e al contempo buffo, ed è anche molto affettuoso. Riesce a ottenere tutto quello che vuole, usando solamente lo sguardo. Si adatta più che bene in qualunque tipologia di...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.