Tutto sul dogo argentino

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
16

Introduzione

Questa guida è molto utile per chi ha deciso di adottare un cane e non sa quale razza scegliere. Parleremo di tutto ciò che riguarda il Dogo Argentino, un cane che, nonostante il suo aspetto decisamente aggressivo, risulta essere molto docile ed affettuoso. Il dogo argentino nasce verso la fine del diciannovesimo secolo in Argentina e proviene da un incrocio di ben nove razze: questa idea è venuta in mente ad un medico che voleva migliorarne la razza per raggiungere un obiettivo specifico, ossia quello di avere un cane adatto per la caccia grossa, con un ottimo fiuto, una muscolatura agile ed una presa decisa, potente e molto coraggioso. Procediamo!

26

Carattere

Solitamente, il Dogo Argentino viene utilizzato per la caccia ai puma ed alla grossa selvaggina. È di taglia media e la sua caratteristica principale sono gli arti lunghi; la sua corporatura è massiccia e nel contempo armoniosa; ha il pelo raso e liscio di colore predominante bianco, con una macchia nera intorno all'occhio. Caratterialmente molto tranquillo ed intelligente, il Dogo Argentino ha la predisposizione al dominio e, per questo motivo, viene spesso utilizzato per lottare con altri cani. Per riuscire ad educare questa razza, è indispensabile avere il polso duro ed essere molto decisi. Il Dogo Argentino ama gli spazi aperti quindi, se lo teniamo in appartamento, è fondamentale avere un giardino.

36

Decrizione

Oltre a ciò, viene impiegato soprattutto come cane da guardia e da difesa, anche se nasce come cane da caccia. Il Dogo Argentino è un molossoide forte e resistente, il suo aspetto è armonioso, la sua andatura calma e sicura; è un cane reattivo, agile e giocoso, fedele al suo padrone, che ama camminare. Il Dogo Argentino, per via del suo manto bianco, non soffre le alte temperature ma facciamo comunque attenzione alle esposizioni prolungate al sole, poiché si potrebbero manifestare arrossamenti sull'epidermide.

Continua la lettura
46

Prima dell'adozione

Il cucciolo di Dogo Argentino deve necessariamente stare con la mamma almeno per i primi due mesi: durante questo periodo, acquisterà gli anticorpi, finirà lo svezzamento e gli verranno effettuate tutte le vaccinazioni di base. Consiglio di controllare tutte le indicazioni sulla sua nascita, le varie certificazioni del veterinario e l'iscrizione all'anagrafe, prima di un'eventuale adozione. Inoltre, è necessario che sia in possesso del pedigree, che servirà se abbiamo intenzione di farlo partecipare a delle mostre canine, in maniera tale da garantire tutti gli standard della razza pura.

56

Guarda il video

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cani

I migliori cani da guardia di grande taglia

Un cane da guardia deve avere determinate caratteristiche, sia fisiche che caratteriali, in modo da ottimizzare il suo ruolo di custode. Il cane deve avere uno spiccato senso del controllo del proprio territorio. Di solito il buon vecchio cane da guardia...
Cani

Cani: le 10 razze che mordono di più

Il cane rappresenta in tutto e per tutto il miglior amico a quattro zampe dell'uomo. La loro "amicizia" ha origini antichissime: fu infatti il primo animale ad essere addomesticato (e ciò è testimoniato da reperti risalenti fino a 36.000 anni fa) e...
Cani

Come scegliere un cane che abbaia poco

La compagnia di un cane è capace di riempire giornate altrimenti vuote. Un cane diventa una presenza importante, paragonabile ad un membro della famiglia e, come gli altri membri della famiglia, anche il cane ha la propria personalità. Ogni esemplare...
Cani

Come comportarsi quando il cane si agita durante il temporale

Il temporale per il cane è un vero e proprio incubo. L'animali non sopporta i tuoni, li teme, ne ha paura. Alcuni studi però dimostrano che questa fobia sia più diffusa solo in alcune razze, ma certo è che i cani sono animali conosciuti per la loro...
Cani

I cani più adatti per i bambini

Eccoci qui, pronti a proporre una guida molto utile, per imparare quali sono i cani più adatti per i bambini, affinché possano vivere con questo splendido animale, un rapporto unico e speciale, che nessuno potrebbe creare. Avere in casa un animale è...
Cani

Doga: guida ai benefici dello yoga per i cani

Se è vero che i nostri amici animali assomigliano sempre più a noi esseri umani, tanto più vero sarà che anche loro trarranno beneficio dalle attività per noi benefiche. Una di queste è lo yoga. Anche i cani hanno uno spirito da rigenerare ed a...
Cani

5 consigli per essere un perfetto dog sitter

Il mestiere del dog sitter è molto diffuso in tutto il mondo e finalmente sta iniziando a diventare piuttosto celebre e richiesto anche in Italia. La persona che lavora come dog sitter si occupa, in particolare, di accompagnare i cani dei suoi clienti...
Cani

Come scegliere il giusto dog sitter

Con l'aumento progressivo del numero dei cani presenti nelle famiglie, è emersa una nuova figura lavorativa: il dog sitter. Si tratta di una professione sorta per rispondere alle esigenze degli amici a quattro zampe, anche in assenza del padrone. La...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.