Tutto sull'anaconda verde

tramite: O2O
Difficoltà: facile
14

Introduzione

L'anaconda verde è una specie di serpente boa originaria del Sud America. È la specie più pesante di serpenti conosciuta. Il termine anaconda si riferisce spesso a questa specie, anche se il termine potrebbe valere anche per altri membri della specie delle Eunectes. Ecco una guida su tutto ciò che c'è da sapere sull'anaconda verde.

24

Uno dei serpenti più lunghi del mondo

Innanzitutto l'anaconda verde è uno dei serpenti più lunghi del mondo, raggiungendo più di 6,6 metri di lunghezza. Esemplari maturi tipici solitamente arrivano fino a 5 m; le femmine hanno una lunghezza media di 4,6 m, essendo in genere molto più grandi in età adulta del maschio, che in media misura circa 3 m. Il peso può variare dai 30 ai 70 kg in un adulto medio. È il più grande serpente originario delle Americhe. Anche se non è lungo come il pitone reticolato, l'anaconda verde è probabilmente il più pesante serpente esistente al mondo, forse può rivaleggiare solo il drago di Komodo.

34

Le sue caratteristiche

Il modello di colore consiste in uno sfondo verde oliva sovrapposto a macchie nere lungo tutto il corpo. La testa è stretta rispetto al corpo, di solito con caratteristiche striature arancioni o gialle su entrambi i lati. Gli occhi sono attaccati alla testa, permettendo al serpente di vedere fuori dall'acqua durante il nuoto senza esporre il suo corpo. Questa specie si trova per lo più in America del Sud, ad est delle Ande, in paesi come Colombia, Venezuela, Guyana, Ecuador, Perù, Bolivia, Brasile, l'isola di Trinidad, e nel nord del Paraguay. L'anaconda vive nelle paludi e nei corsi d'acqua lenti, soprattutto nelle foreste pluviali tropicali del Rio delle Amazzoni e nei bacini dell'Orinoco. È ingombrante a terra, ma furtivo e elegante in acqua. I suoi occhi e le aperture nasali sono sulla parte superiore della testa, permettendogli di catturare le prede rimanendo quasi completamente sommerso.

Continua la lettura
44

Una specie solitaria

Questa specie è solitaria fino a quando non arriva la stagione degli amori, che si verifica durante la stagione delle piogge e può durare per diversi mesi, di solito da aprile a maggio. Durante questo periodo, i maschi devono trovare le femmine. In genere, i serpenti femminili lasciano una scia di feromoni per i maschi da seguire, ma non è ancora chiaro come i maschi di questa specie rintraccino l'odore di una femmina. Un'altra possibilità è che la femmina rilasci uno stimolante aviotrasportato. Questa teoria è supportata dall'osservazione di femmine che rimangono immobili mentre molti maschi si muovono verso di loro da tutte le direzioni.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Rettili e Anfibi

Tutto sull'iguana

L'amore per gli animali non ha confini. Ecco il motivo per il quale alcuni scelgono anche delle specie inconsuete, da tenere in casa. L'iguana, di cui tratteremo in questa guida, fa parte di questi animali. Della famiglia degli Iguanidi, l'habitat naturale...
Rettili e Anfibi

I rettili più pericolosi al mondo

Studiare gli animali è un qualcosa di molto bello e di molto divertente. Tra i vari animali, ce ne sono alcuni molto belli ed affascinanti che spesso vengono sottovalutati, ad esempio i rettili. Molti dei rettili che ci sono in natura sono estremamente...
Rettili e Anfibi

Tutto sul pitone

Il pitone può raggiungere i 10 metri di lunghezza, pesare più di 150 kg e avere una stretta in grado di soffocare animali grandi quanto un cervo. Il suo nome scientifico è Python, o anche Rettile Squamato, vive sugli alberi ed è un assassino formidabile....
Rettili e Anfibi

Tutto sul boa costrictor

Il boa constrictor o più precisamente constrictor è un serpente che appartiene alla famiglia dei boidi, come il pitone e l’anaconda. Il nome deriva dal modo con il quale uccide le prede; le avvolge col suo lungo corpo e inizia a stringere aumentando...
Rettili e Anfibi

Come Riconoscere il ramarro

Con la seguente guida andremo a parlare di Ramarro. Nello specifico, come avrete compreso attraverso la lettura del titolo stesso, ora andremo a parlare, in modo particolare, di Come Riconoscere il ramarro.Il ramarro è una lucertola tipica delle regioni...
Rettili e Anfibi

Come distinguere la natrice dai colubridi

In Italia vivono serpenti appartenenti a due sole famiglie, quelle dei colubridi e quella dei Viperidi. I Colubridi sono la famiglia di serpenti più vasta al mondo e sono diffusi in tutti i continenti tranne l'Antartide.I Colubridi, tranne i generi Macroprotodon,...
Rettili e Anfibi

Come alimentare le tartarughe terrestri

Le tartarughe terrestri, rettili appartenenti all'ordine delle testuggini, sono divenute una specie particolarmente apprezzata per l'allevamento casalingo. Nonostante esista una ben definita legislazione in merito, sono numerosi gli esemplari che solitamente...
Rettili e Anfibi

Come distinguere una rana da un rospo

Sapete come distinguere una rana da un rospo? Se la risposta fosse negativa, allora siete arrivati nel posto giusto al momento giusto. Nella seguente guida, infatti, con pochi e semplici passaggi, vi illustrerò come distinguere questi due animali all'apparenza...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.