Tutto sulle tartarughe d'acqua

Tramite: O2O 08/02/2017
Difficoltà: media
16

Introduzione

Allevare un animale non è un'operazione facile o banale. Questo perché quando si decide di allevare un animale bisogna conoscere le sue abitudini, lo stile di vita e l'habitat adatto. Questi sono tutti fattori fondamentali per permettere all'animale di vivere sano e robusto. Se è vostra intenzione allevare una tartaruga d'acqua, questa guida fa al caso vostro. Oggi ci occuperemo infatti di spiegarvi tutto ciò che c'è da sapere sulle tartarughe d'acqua e come allevarle. Al termine sarete in grado di decidere che tipo di tartaruga è meglio per voi e in che modo permetterle una vita lunga e sana. Vediamo come fare.

26

Occorrente

  • Tartaruga d'acqua
  • Acquaterrario
  • Mangimi adatti
  • Lampada UV
36

Habitat

Le tartarughe d'acqua, come ben sapete, hanno bisogno di acqua. Dovrete quindi avere una vasca che possa contenere un bel po' di acqua. Questi animali hanno infatti bisogno di molto spazio. L'acqua della vasca dovrà essere periodicamente sostituita con dell'acqua nuova e pulita. Inoltre la vasca dovrà avere un pezzo di terra che emerga dall'acqua. Le tartarughe d'acqua si trovano principalmente in acque molto calde, dovrete quindi munirvi di una lampada UV che riscaldi l'ambiente. Tutto ciò non è però sufficiente. Le tartarughe d'acqua possono diventare molto grandi, fino anche ai 40 cm. In questo caso avrete bisogno di un vero laghetto dove poter trasferire la tartaruga. Qualsiasi vasca infatti risulterà troppo piccola.

46

Alimentazione

Per evitare problemi di salute all'animale è meglio dotare il nostro acquaterrario di un filtro per la pulizia del fondo. Per quanto riguarda l'alimentazione, invece, non basta quella che ci consigliano nei pet shop, ma deve essere un'alimentazione varia, composta da: gamberetti, mangime, vegetali e insalate. Una dieta di soli gamberetti porterebbe la tartaruga a morire nel giro di un solo anno, poiché questo alimento è privo di vitamina A. Con la crescita poi, le tartarughe d'acqua passano da una dieta carnivora ad una completamente vegetariana.

Continua la lettura
56

Cura

Le tartarughe d'acqua superano i trent'anni di vita, dunque comprarla significa prendersi un impegno serio, e per lungo tempo. Scegliamo un veterinario che sia esperto di rettili, per seguire la nostra tartaruga in eventuali malattie o disagi e se, ad un certo punto della nostra vita, non potremo prendercene più cura non dovremo liberarla nell'ambiente, poiché questa operazione, infatti, potrebbe essere dannosa per lei e per la fauna del luogo. La tartaruga, infatti, è ormai abitata a vivere nell'habitat che abbiamo ricreato nella nostra abitazione, per cui non potremo semplicemente liberarla perché non riuscirebbe a sopravvivere in un ambiente cosi diverso.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Decidete bene prima dell'acquisto di una tartaruga, i costi potrebbero essere maggiori di quelli che avete preventivato
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Rettili e Anfibi

Tutto sulle tartarughe d'acqua

Allevare un animale non è un'operazione facile o banale. Questo perché quando si decide di allevare un animale bisogna conoscere le sue abitudini, lo stile di vita e l'habitat adatto. Questi sono tutti fattori fondamentali per permettere all'animale...
Rettili e Anfibi

Tartarughe d'acqua: come avviene la riproduzione

Se avete la passione per le tartarughe ed in particolare per quelle d'acqua, ed intendete riprodurle, potete farlo seguendo però delle specifiche linee guida. In riferimento a ciò, nei passi successivi troverete tutte le informazioni che vi servono...
Rettili e Anfibi

Tartarughe: classificazione e anatomia

Quando parliamo di tartarughe, nel linguaggio comune intendiamo le specie acquatiche, sia marine che di acqua dolce. Quando invece si parla delle tartarughe terrestri si usa il termine testuggini. Dal punto di vista tassonomico però non è così e con...
Rettili e Anfibi

Come realizzare un recinto per le tartarughe

Le tartarughe di terra possono raggiungere i trent'anni di vita e, a differenza delle tartarughe marine o di acqua dolce, sono erbivore. Nel loro habitat naturale godono di spazi molto ampi nei quali potersi muovere in libertà. In cattività le tartarughe...
Rettili e Anfibi

Come costruire un acquaterrario per tartarughe

Uno dei motivi principali che spingono una persona ad adottare una tartaruga è senza dubbio il poco impegno che richiede la cura giornaliera delle tartarughe d'acqua dolce. Infatti in estate è sufficiente dare loro da mangiare una volta al giorno e...
Rettili e Anfibi

10 consigli per allevare tartarughe

Le tartarughe sono animali molto affascinanti e dall'aspetto preistorico. In effetti le tartarughe sono un po' preistoriche, ed hanno la straordinaria capacità di vivere per molti e molti anni, diventando centenarie. Si tratta dunque di un animale longevo,...
Rettili e Anfibi

Il letargo nelle tartarughe mediterranee

Se siete degli appassionati di tartarughe o se possedete delle tartarughe mediterranee e vorreste capire un po' di più dei meccanismi che regolano il loro stile di vita, questa guida fa al caso vostro. Le tartarughe mediterranee sono tra le specie di...
Rettili e Anfibi

Come costruire una casetta per tartarughe

La maggior parte delle persone ama la compagnia degli animali domestici. Tra questi, cani e gatti sono i più diffusi in assoluto. Ma c'è anche chi ama circondarsi di animali un po' più 'esotici'. È il caso quindi delle tartarughe. Quest'ultimo possono...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.